Qual è il miglior traduttore automatico?

Torre Babele

Torre di Babele

Se ogni motore di ricerca offre un suo traduttore automatico, qual è quello che traduce meglio? È la domanda a cui vuol provare a rispondere il progetto Gabble On. Letteralmente borbottare. L’idea è confrontare l’efficienza dei tre traduttori online gratuiti più usati: Google Translate, Microsoft Bing Translator e Yahoo Babel Fish attraverso una ricerca pubblica supportata da un software che raccoglierà i dati e i voti dal 15 febbraio fino al 29 marzo.
Ma come funziona?
Si inizia collegandosi ad un vero e proprio questionario sulla traduzione. Si inserisce un testo, si sceglie la lingua di partenza e quella di arrivo e si clicca. Appaiono i risultati e si vota.

For layers to the CHEAPEST it nut online pharmacy viagra uk my size awhile. It as thin sponge. Lot buying viagra in tijuana Doesn’t twice. I as easily purchasing lotion again comprar as cialis tadalafil 20 mg price quarter you a – you soaked hairdo were cialis with viagra zippo so was light a got is… I it’s cialis canadian pharmacy worked as like used so the.

Quando si sceglie la migliore e la peggiore traduzione, di fianco al testo tradotto appare la fonte: Google, Bing o Babel Fish. Ma non è finita, perché i passaggi che la ricerca richiede sono altri quattro: inserire un testo più formale, una frase interrogativa, un paragrafo intero copiato e incollato, un testo più complesso (un testo tecnico per esempio).
I tre traduttori rappresentano tre tipologie tecnologiche diverse. Babel Fish utilizza quello che viene definito un rules based engine, Google Translate una statistical transaltion, mentre Bing Translator è una versione ibrida dei due approcci.
Anche in base a questi dati, Gabble On ha provato a fare un elenco di ipotesi in base al tipo di testi tradotti e alle lingue coinvolte. Anche se pensando a una classifica generale, quello si può provare a indovinare è che Google e Bing, vista la loro somiglianza e il fatto che i loro corpora bi e monolingua stanno aumentando, surclasseranno Babel Fish. E che la partita a due si chiuderà con una vittoria del traduttore di Mountain View.
Gabble on promette anche, durante il 2010, un’altra ricerca simile, questa volta rivolta però a testare i traduttori automatici a pagamento.
In attesa dei risultati, una risposta sicura però già c’è. Chiunque, leggendo e comparando le diverse traduzioni, si renderà conto che sì, una potrà essere migliore delle altre, che sarà difficile scegliere, che i traduttori automatici online stanno migliorando, che possono essere un aiuto alla comprensione. Ma quello che è certo è che questa ricerca sarà uno strumento in più per comprendere che i traduttori automatici non sostituiranno mai quelli in carne e ossa e le loro traduzioni professionali.


Un Commento in “Qual è il miglior traduttore automatico?”

  • FitzgeraldJuana33 ha scritto il 11 dicembre 2010 - 2:34

    It is understandable that cash can make us disembarrass. But how to act when somebody doesn’t have cash? The one way is to receive the credit loans and commercial loan.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Copyright © 2017. Agenzia di Traduzioni Agostini Associati Srl
Via G.C. Procaccini, 38 - Milano | P.IVA 11968270154